I vantaggi del Serverless Computing

serverless computing

​Le applicazioni basate sul Serverless Computing ed eseguite su microservizi cambiano il modo in cui l’it sfrutta le potenzialità del cloud.

Detto così, sembrano tanti paroloni difficili posti all’interno di un’unica frase. Ecco perchè andiamo ad analizzarli per capire quanto invece abbiamo da guadagnarci.

Cos’è il serverless computing

Un’architettura di computing serverless permette agli sviluppatori di creare applicazioni senza pensare ai server sui quali gireranno. Si tratta, in altre parole, di uno strato di astrazione che consente di concentrarsi sullo sviluppo applicativo realizzando applicazioni strutturate a microservizi, delle quali sia poi possibile per le aziende utenti fruire di singole potenzialità.

A cosa serve

Con un’architettura di serverless Computing diventa più semplice lanciare un gruppo di Virtual Machine auto scaling(in grado di scalare da sole) dietro un load balancer (bilanciatore di carico).
Gli sviluppatori possono quindi concentrarsi completamente sulla scrittura del codice e non curarsi dei server che sono invece gestiti dal cloud provider.

Chi utilizza questo sistema e perchè

Scendiamo nel campo pratico, per capire meglio chi utilizza questo sistema ed i vantaggi che offre.

La prima a lanciare un servizio che consente agli sviluppatori di creare funzioni cloud – based è stata Amazon nel 2014.
Nel recente anche Netflix, l’ormai colosso della tv digitale, utilizza l’idea di base di suddividere una grande applicazione in una raccolta di servizi orientati ai task.

Insomma parliamo di microservizi che portano un grande vantaggio all’utente. In primo luogo il fatto di non pagare per un pacchetto precostituito di servizi, ma solo per quelli effettivamente utilizzati.

Non so voi, ma io sono felice di pagare solo per ciò che utilizzo e non per degli extra a me inutili!

In parole povere…

La sostanza, spiegata in parole semplici, è che grazie al cloud, un server virtuale, è possibile usufruire di microservizi. Questo è favorevole sia agli sviluppatori che possono concentrarsi solo sul’applicazione da creare, sia per gli utenti che pagheranno solo per la parte di servizi utilizzati nel pacchetto offerto.

 

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi